Mi presento

Ciao e benvenuto nel mio sito.

Mi presento, sono Alessandro Riera ho 35 anni, sposato e padre di una bellissima figlia di 9 anni. Da più di 15 anni sono un militare della Marina Militare Italiana: fui arruolato a mezzo concorso a 19 anni appena compiuti, era  il lavoro dei miei sogni; sin da bambino quando d'inverno i vetri delle finestre di casa si appannavano, amavo disegnare delle navi militari; il mio sogno era arruolarmi e navigare, visitare il mondo, andando di porto in porto, così come facevano i miei zii, volevo ripercorrere le loro orme. Tutto, come già scritto, si avverò a 19 anni, quando appena iscritto all'università di Catania nella facoltà di ingegneria meccanica (il progetto era poi passare in ingegneria navale) quasi per gioco mandai la richiesta di partecipazione ad un concorso per entrare in marina e diventare "militare di carriera"; un professionista. Vinsi quel concorso arrivando tra i primi e da li iniziò la mia carriera.

Nel frattempo prima di partire ed indossare la divisa, incontrai mia moglie. Tutto andava come avevo immaginato e sognato; avevo accanto la persona di cui mi ero innamorato ed ero riuscito a avere il lavoro dei miei sogni.

A 24 anni appena transitato in servizio permanente effettivo, decidemmo insieme a mia moglie, di portare a termine un altro progetto, decidemmo di sposarci e di trasferirci a Roma, li dove la marina mi aveva mandato a svolgere il mio servizio. Furono degli anni belli ma difficili, nacque nostra figlia Nicole e tutto cominciò a cambiare. Capì che la famiglia era davvero ciò che avevo realmente sognato, il resto era solo frutto di un involontario condizionamento ambientale-familiare.

Durante il parto, per mia figlia ci furono delle complicazioni e per ciò necessitava che si sottonesse ad alcune visite specialistiche per scongiurare l'esistenza di danni fisici o altro, ma per i miei superiori questo veniva in secondo piano, avevo problemi ad avere permessi e licenze (spettanti non extra) per poter seguire l'iter medico di mia figlia. La mia priorità comunque  era la mia famiglia, assicurarmi che mia moglie e mia figlia stessero bene; e così, la passione per il mio lavoro cominciò a tramutarsi in semplice senso di bisogno. Tutto si concluse bene, ma la visione che avevo del mio lavoro ormai era cambiata. Il desiderio di viaggiare per lavoro era svanito. Mia moglie e mia figlia piccola si ritrasferirono in Sicilia; essendo poco presente in casa preferimmo che stessero almeno vicino alle nostre famiglie originarie;  cosi cominciai a cercare un modo per ritornare a far servizio in Sicilia.

Nel 2010 dopo 5 anni di servizio a Roma, riuscì ad ottenere il mio trasferimento . Finalmente la nostra famiglia era riunita. Certamente l'inizio non fu semplice, mia figlia non mi aveva mai visto così presente a casa, mi ero perso i suoi primi 3 anni di vita e quindi c'era da costruire un rapporto da zero. Tutto sembrava andare per il verso giusto.

Era il 6 novembre 2013 , quando a seguito di un intervento dichiarato di routine, a mia moglie fu diagnosticato un cancro. Il mondo crollava di nuovo. Iniziò un periodo durissimo, ed anche in quel caso le difficoltà per seguire mia moglie nel suo iter medico non furono poche. Ma anche da questa batosta riuscimmo a rialzarci, apprendendo ancor di più l'importanza del tempo, di ogni singolo attimo. Così un giorno per puro caso conoscemmo una persona, che da li a poco ci avrebbe cambiato la vita.

Il medico che seguiva mia moglie ci aveva consigliato di acquistare del buon "gel di aloe" come supporto post-terapie; cercammo tantissimo ma non trovavamo nessun prodotto che avesse le caratteristiche che il medico ci aveva specificato; spendemmo anche un pò di soldi ma senza neanche poter utilizzare quei prodotti, finche non conoscemmo Carlo (il nostro sponsor) che ci disse di lavorare per una azienda che produceva Aloe Vera. Tra lo scetticismo decidemmo di diventare clienti dell'azienda e di acquistare questi prodotti che sembravano avere le caratteristiche che che avevamo tanto cercato. Senza saperlo, solo con il semplice bisogno del prodotto, avevamo iniziato la nostra attività di Network Marketing. Ci innammorammo passo dopo passo dei prodotti e cominciammo a chiedere sempre di più sull'opportunità lavorativa(Giusy, mia moglie,era disoccupata e le difficoltà ad arrivare a fine mese erano una consuetudine). Si parlava di guadagnare aiutando gli altri a guadagnare senza avere capi, una cosa strana per chi, militare come me, guadagnava solo vendendo il proprio tempo per far fare carriera ad altri ed ubbidire agli ordini.

Così iniziarono i nostri studi nel campo del network marketing, iniziammo a frequentare formazioni aziendali, formazioni di gruppo, corsi on line. Ma la cosa che cominciai ad amare di più di questo lavoro, è che posso svolgerlo stando insieme a mia moglie ed alla mia famiglia, viaggiare con loro, ed essere soddisfatto di ciò che faccio, soddisfatto di aiutare gli altri a raggiungere un benessere economico e fisico.

Scusami se mi son dilungato forse un pò troppo, ma ci tenevo a trasmetterti davvero chi sono, trattando parte dei punti principali del percorso che mi ha portato ad avvicinarmi al Network Marketing.

Ti ringrazio per aver dedicato il tuo tempo alla lettura della mia presentazione e ti auguro una buon giornata e una buona continuazione sul mio sito, sperando che i contenuti che troverai saranno di tuo gradimento e soprattutto di grande aiuto per sviluppare la tua attività personale.

 

Grazie Arriverci.

 

Il tempo è gratis ma è senza prezzo.
Non puoi possederlo ma puoi usarlo.
Non puoi conservarlo ma puoi spenderlo.
Una volta che l’hai perso non puoi più averlo indietro.
(Harvey MacKay)

 

 

Il tuo modulo messaggio è stato inviato correttamente.

Hai inserito i seguenti dati:

Richiedi contatto

Correggi i dati inseriti nei seguenti campi:
Errore invio modulo. Riprova più tardi.

Nota: i campi contrassegnati con *sono obbligatori.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Alessandro Riera